Archivi Blog

La nostra Malattia è la Mente…

« La malattia di cui oggi soffre gran parte dell’umanità è inafferrabile, non definibile. Tutti si sentono più o meno tristi, sfruttati, depressi, ma non hanno un obiettivo contro cui riversare la propria rabbia o a cui rivolgere la propria speranza. Un tempo il potere da cui uno si sentiva oppresso aveva sedi, simboli, e la rivolta si dirigeva contro quelli. Si sparava a un re, si liberava la Bastiglia, si assaltava il Palazzo d’Inverno e si apriva così la breccia di un secolo. Ma oggi? dov’è il centro del potere che immiserisce le nostre vite? Bisogna forse accettare una volta per tutte che quel centro è dentro di noi e che solo una grande rivoluzione interiore può cambiare le cose, visto che tutte le rivoluzioni fatte fuori non han cambiato granché. Il lavoro da fare in questa direzione è enorme, ma non sempre siamo pronti a questa fatica.» ─  Tiziano Terzani, Un altro giro di giostra (2004)

389656_10150652840104315_1105748365_n

Ricetta Yogica – RISO DEGLI ANGELI (MUNG BEANS AND RICE)

Alcuni giorni fa, pranzando con l’amica Sat Sangat, mi ha fatto assaggiare un piatto delizioso, che mi ha dato la possibilità di verificare i risultati veramente sani della ricetta, riportandomi ad uno stadio energetico costante in tutta la giornata.

Sotto la descrizione di come poter preparare questa prelibatezza da cucinare almeno per 15/30 giorni almeno per un giusto riequilibrio mentale (riporta concentrazione e forza) ed a livello intestinale (leggerezza e ripresa regolare dell’intestino).

Questo è un piatto unico e integra tutta la giornata nutritiva a parte una leggera colazione al mattino dopo la pratica yoga e meditazione . E’ davvero completo e combinando la soia verde con tutti gli amminoacidi essenziali e le proteine facilmente assimilabili del riso, dei vegetali e delle spezie, fornisce tutto il nutrimento di cui abbiamo bisogno inoltre depura i reni, il colon e gli organi digestivi ed è utile anche nei casi di stitichezza. E’ un buon alimento per i malati e gli anziani e, se preparato senza spezie e con un po’ di olio di mandorle, anche per i bambini.

INGREDIENTI (per 4 – 6 persone o per tenere dividere le porzioni in più giorni se siamo da soli): 1 tazza di soia verde, 1 tazza di riso basmati, 9 tazze d’acqua, 4-6 tazze di vegetali (zucchine, carote, broccoli, sedano, ecc.), 1/3 di tazza di radice di zenzero tritata, 2 cipolle tagliate, 8-10 spicchi d’aglio tagliati finemente, ½ cucchiaino di pepe, 1 cucchiaino di peperoncino rosso tritato, 1 cucchiaino di garam masala, 1 cucchiaino di curcuma, 1 cucchiaino di basilico dolce, 2 foglie di alloro, semi di 5 baccelli di cardamomo, sale o salsa di soia.

PREPARAZIONE: Sciacquiamo riso e soia. Facciamo bollire l’acqua, aggiungiamo riso e soia e cuociamo a fiamma media, poi uniamo i vegetali (se utilizzi riso integrale, cuociamo a lungo prima di aggiungere i vegetali). A parte scaldiamo mezza tazza di olio o ghee, burro chiarificato e facciamo rosolare per alcuni minuti cipolla, aglio e zenzero.
Poi aggiungiamo pepe, peperoncino, garam masala e curcuma e dopo pochi istanti uniamo il tutto al riso e alla soia.
A questo punto continuando a cuocere a fiamma medio-bassa, aggiungi basilico, alloro, cardamomo e sale e mescoliamo di frequente fino a cottura ultimata.
Questo speciale piatto può essere servirlo anche con l’aggiunta di yogurt o formaggio.

Tanks to Sat Nam Yoga Centre

Italiano: Pianta di riso maturo

Italiano: Pianta di riso maturo (Photo credit: Wikipedia)

1 euro e 50 centesimi per colazione, la “bandiera tricolore”

Ho sempre l’idea che per una sana e buona colazione bastino pochi euro , è per questo motivo che anche oggi, ho preparato un piatto che non credo superi la soglia dell’euro e mezzo a persona.
La ricetta è banale come dice una mia cara amica ma si cerca di fare ciò che si può in cucina e molte volte la banalità è salutare e veloce per poter occupare altro nella lunga giornata a parte lavare i piatti in lavatrice da quando la lavapiatti è fuori uso da anni ormai.
A parte tutto la ricetta è di riso basmati con circa un paio di pugni , 3 zucchine, 3 carote e 2 finocchi, un po’ di olio d’oliva extra vergine e un pizzico di sale a piacere .
Buona bandiera tricolore a tutti, come l’ho sempre chiamata. Ed in questo preciso momento storico credo ci voglia una buona dose di sana cucina per il Bel Paese.

By Aurelio Colucci

20130420-141653.jpg

La Felicità è Figlia del Disagio

2013-03-24 22.38.15

Rimettendo a posto vari appunti di viaggio da me raccolti nel tempo nei diversi traslochi tra Milano, Firenze, Milano e ancora Firenze nel 2009, ho ritrovato questo scritto e colgo l’occasione su questo canale web per divulgare ciò che ho vissuto in alcuni momenti della vita, forse un modo per esorcizzare situazioni a volte incomprensibili alla mente umana.

“Il disagio è interiore e quello che sfugge è che tutto il dolore altro non è che una forma di crescita”.

La Trascendenza arriva se c’è dolore nel passaggio, altrimenti si ripresenta ancora e poi ancora, finché non svanisce.

Il raccogliemento nella meditazione è fondamentale per mettere in “Luce” tutta la Consapevolezza, donandoci la possibilità di indipendenza e la mente viene ridotta al silenzio.

Ma tutto questo non accade in un colpo solo, tranne in rarissimi casi ma ci deve essere una disponibilità totale e un’apertura umile umile umile. Tutto è molto graduale e la nostra vicenda terrena diventa sempre più chiara.

Quello che non accettiamo è lo scorrimento del tempo e lo spazio che si restringe sempre più con il passare degli anni. A noi sembra che ci sfugga sempre qualche cosa ma c’è la parte immortale che è dentro noi da scoprire e alimentare con l’Amore verso noi stessi… allora arriverà tutto; quel “tutto” di cui sentiamo sempre parlare e che molti ciarlatani sfruttano per avvicinare persone, a volte azzecca garbugli che illudono i Cuori delle persone creando ancor più disagi e distacco dal proprio obiettivo finale: l’Unione con la nostra Vera Natura !

Ascolto con il Cuore purché non vinca l’Ego

by Aurelio